giovedì 9 ottobre 2008

[LIBERI DI LEGGERE]

Frank Cho nasce nel 1971 a Seoul, in Corea del Sud e all’età di sei anni si trasferisce con i genitori negli Stati Uniti. Geniale autodidatta, Cho non ha alcuna formazione artistica di tipo accademico e impara così a disegnare e a scrivere leggendo fumetti e libri d’arte. Mentre frequenta l’Università del Maryland crea, per The Diamondback, il giornale del campus, la striscia University2, che prefigura ciò che sarà poi Liberty Meadows. Dopo una laurea in Scienze Infermieristiche ottenuta nel 1996, firma un contratto con il Creators Syndicate Inc. Le strip di Liberty Meadows vengono così distribuite su scala mondiale e, quindi, ripubblicate in albi per i tipi dell’Insight Studios Group (celebre studio coordinato dallo scrittore/disegnatore Mark Weathley che negli anni '90, oltre a Frank Cho, ha raccolto talenti del calibro di Mike Avon Oeming, Allan Gross e Marc Hempel). Nel 2002, con una decisione che non ha precedenti nella storia del fumetto, il nostro Monkey Boy (così Cho ama rappresentarsi all'interno delle strisce di Liberty Meadows) smette di pubblicare le sue strisce sui quotidiani optando per l’esclusiva distribuzione in formato comic-book. Liberty Meadows passa così dall’Insight Studios Group alla casa editrice Image che, oltre a raccogliere in volumi antologici tutte le strisce precedentemente pubblicate, prosegue con la pubblicazione dei materiali inediti.Al momento Cho ha innumerevoli progetti in cantiere, inclusi alcuni che vedranno presto la luce per le case editrici Marvel Comics, DC Comics, Dark Horse Entertainment e Image Comics.Tra i tanti riconoscimenti, Frank Cho ha vinto il prestigioso National Cartoon-ist Society’s Award for Best Comic Book and Book Illustration, il Charles M. Schulz Award for Excellence in Cartooning, lo Scripps-Howard Award for Best College Cartoonist, il British Eagle Award for Best Comic Strip, lo Ignatz Award for Outstanding Artist and Outstanding Comic e la prestigiosa Max & Moritz Medal, in Germania, per la miglior striscia a fumetti. Ha inoltre ricevuto diverse nomination per l’Harvey e l’Eisner Award.Vive a Elkridge, nel Maryland, con la moglie Cari, le figlie Emily (che, nella foto in alto, sta dando una mano al nostro Monkey boy a preparare la prossima uscita di Liberty Meadows) e Samantha e il loro bassotto Truman.

Bibliografia essenziale Quella che segue è una bibliografia minima delle storie a fumetti pubblicate dal nostro Monkey Boy. Lo Zio Frank è un macaco grafomane che disegna anche sulla carta igienica, per questo la nostra Frank Cho essential checklist comprende solo le raccolte o le collaborazioni che ci sono parse più significative. Abbiamo lasciato fuori i singoli albi della serie di Liberty Meadows (tanto quelli usciti sotto lo Insight Studio Group quanto quelli targati Image) e tutti i volumi di illustrazioni, copertine, locandine di convention, carte da parati, pacchetti di sigarette, involucri di gomma da masticare, etc. che il Ns. ha disseminato in giro per il mondo. Chi volesse approfondire l’argomento, sul sito ufficiale di Liberty Meadows troverà la fantasmagorica e definitiva Anal Retentive Frank Cho Checklist! University2: The Angry Years (TPB), Insight Studios, 1996 (I, II e III edizione) Si tratta della raccolta che ripropone la striscia - comparsa su Diamondback - da cui è nata Liberty Meadows.University2: The Angry Years (TPB), Insight Studios, 1999 (IV edizione). Edizione, rivista e corretta, con una nuova copertina e nuove strisce. Liberty Meadows: Big Book of Love, Insight Studios, 2001. Raccoglie gli albi di Liberty Meadows 1-5, usciti nel 1997, comprese le tavole domenicali. Include una storia inedita di otto pagine e numerose illustrazioni. Comprende le parodie di Prince Valiant, di King Kong e di Tarzan. Greyshirt: indigo sunset #6 ABC Pub., 2001Contiene una storia illustrata da Frank Cho. Liberty Meadows Vol. I: Eden, Image Comics, 2002. Raccoglie le strisce (de-censurate) apparse nei primi nove numeri di Liberty Meadows e contiene una storia inedita. L’edizione italiana di questo volume (ovviamente saldaPress), contiene una nuova introduzione, le cover in b/n dei numeri raccolti, nonché una corposa e divertente appendice di note di traduzione.The many worlds of Tesla Strong, ABC Pub., 2003Il Ns. è presente con una storia di 4 pagine. Ultimate Marvel Team-Up Vol. III (TPB), Marvel, settembre 2003. Contiene l’Ultimate Spiderman Super special #1, con una storia di Spidey e di Elektra del Ns., pubblicato originariamente dalla Marvel nel giugno del 2002.Liberty Meadows Vol. II: Creature Comforts – Image Comics, 2004. Raccoglie le strisce (de-censurate) apparse nei numeri di Liberty Meadows dal 10 al 18. Contiene una breve storia inedita. Tana dolce tana - questo il titolo dell’edizione italiana a cura di saldaPress - contiene anche un’intervista all’autore, alcune tavole con schizzi e disegni, le copertine in b/n dei singoli numeri e l’immancabile appendice con le note di traduzione. Marvel Knights Spider-Man # 5, Marvel, agosto 2004. Copertina, matite e inchiostri, tutto dalle manine sante dello Zio Cho. Marvel Knights Spider-Man # 8, Marvel, novembre 2004. Matite e inchiostri di Frank Cho.

3 commenti:

ApeDiAladino ha detto...

Cho è davvero un mito, consiglio a tutti i libroni di Liberty Meadows! Era già irresistibile quando lo leggevo a piccole dosi su Linus (o era Comix? forse era Comix) con questi libroni si rischia l'indigestione ma sono una goduria!

max ha detto...

E, se ci pensi, in proporzione non costano poi tantissimo... Ps.: sai che forse era Linus?

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny